26/08/17

Sei FUORI!

Non importa se quella di Villa d'Adda é considerata una delle biblioteche più vivaci e innovative.
Poco importa se i caffè letterari erano  sempre  seguiti e apprezzati dai cittadini, se l'apertura fino alle ore 24 del venerdì era particolarmente apprezzata dagli utenti.
Nulla importa se la frequentazione della biblioteca aveva avuto un incremento considerevole, se i libri prestati hanno avuto un aumento di oltre il 300%, se molti  nuovi utenti si erano riaffezionati a questo servizio comunale.
Se i locali erano puliti e ordinati.

Chi se ne frega della competenza, professionalità e dedizione del bibliotecario Marco Vannucci e dei collaboratori.
Noi vorremmo però conoscere, se esistono,  quali sono le ragioni tecnico-economiche che hanno motivato  la scelta, questo prima che si insinui in noi il sospetto che, resosi antipatico al "Trump de noantri", gli sia  stato semplicemente ma inesorabilmente detto:"sei FUORI!"

28 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
26/08/17, 15:50 delete

Avete ragione, la biblioteca di Villa d'Adda in poco tempo è diventata una delle più apprezzate dell'isola, purtroppo questo non va bene ai nuovi padroni. Chissà se il neo Tramp villadaddese ha agito da solo o d'intesa con il "prof." Siniscalchi, che di cultura e di qualità dovrebbe forse saperne più del sindaco, e con la neo assessora, consigliera non eletta, Clivati.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26/08/17, 16:57 delete

di male in peggio, speriamo in una innovativa, legale e trasparente soluzione.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26/08/17, 18:09 delete

E due ora sotto a chi tocca quando si toccano i libri e le idee in nome di non so quale principio o fini squisitamente di supponenza e magari di qualche interesse vuol dire che la direzione intrapresa e priva di strategie democratiche e finanche intelligenti.

Reply
avatar
ANONIMO
AUTHOR
26/08/17, 18:17 delete

questo succede quando l'ignoranza dilaga, di destra di sinistra, di centro poco importa. Ho visto personalmente le condizioni della biblioteca all'arrivo del Sig. Marco Vannuccci, disastrose!!! Libri ammucchiati ovunque, non si sapeva nemmeno come e dove catalogarli, ho poi visto il risultato finale: dire eccellente e' poco. Sinceramente mi schifo della decisione presa, che sia per motivi politici o di antipatia, non ha importanza. So soltanto che la cultura e l'intelligenza non hanno colore politico, ne di razza. COMPLIMENTI.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
26/08/17, 19:39 delete

Personalmente ricordo solo gli insulti e le allusioni di inciuci che una parte politica di Villa d' Adda aveva mosso al sig. Vannucci. Ora sono coloro che si strappano le vesti.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27/08/17, 10:24 delete

È stata una porcata del chioso che teme le persone intelligenti. Per questo si è accerchiato di personaggi di poco valore e leccaculo. Il capo è lui e la cadrega è sua. Guai a contraddirlo. Povera Villa d'Adda l'aspetta anni difficili la unica cosa indovinata era la biblioteca. Ha buttato in malora pure questa. Occhi aperti, gente, occhi aperti!

Reply
avatar
27/08/17, 11:05 delete

Forse il mio commento é venato dalla profonda amicizia, maturata in pochi mesi, da quando ci siamo conosciuti a fine dicembre 2016 allorché mi invitò per la prima volta ad uno dei suoi travolgenti Caffé letterari, ma io posso dire a ragion veduta, avendo diretto una biblioteca civica per 18 anni, che la conduzione della Biblioteca civica di Villa d'Adda da parte di Marco & Loretta é stata esemplare. Per quale assurdo motivo, se non la meschinità di qualche amministratore del cosiddetto centro destra, a fine 2017 riceveranno il benservito?
Lo spieghi, se ha il coraggio di farlo, il Sindaco, lo spieghi questa Amministrazione, magari nel corso di un incontro pubblico con i cittadini da tenersi in biblioteca! Sono pronto a scommettere che non avranno gli attributi per farlo: persone che decidono in maniera tanto stolta la giubilazione di Vannucci, dello straniero (toscano) Vannucci, hanno paura della loro "ombra", figuriamoci del giudizio, spero indignato, dei cittadini di Villa d'Adda.
Mi sarebbe piaciuto vedere come l'indimenticabile amico Francesco Arrigoni, mio collega e cittadino di Villa d'Adda, avrebbe reagito a cotanta bischeraggine...
Un abbraccio Loretta e Marco e il grazie di tutte le persone perbene.
Franco Ziliani

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
27/08/17, 23:44 delete

VERGOGNA,VERGOGNA,VERGOGNA!!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 07:29 delete

Perchè non chiederlo ufficialmente all'assessore la motivazione?
Richiedete un consiglio comunale straordinario
L.E.O

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 10:04 delete

Pur non avendo mai condiviso alcun tema dei caffè letterari dell'amico Marco Vannucci, ma avendo visto i risultati encomiabili della gestione della biblioteca affidatagli, sono profondamente indignato della decisione d'interrompere il suo lavoro, et auspico un ripensamento da parte di chi di dovere.
Alessandro Zini

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 15:05 delete

Chioso curioso, si vede che sei proprio in malafede. Differentemente da te, l'altra parte politica, è formata da persone intelligenti che si sono ricredute dopo averne constatato la professionalità. Normale che all'inizio esisteva lo scetticismo, non sei capace di fare una O col bicchiere e ritenevamo impossibile un colpo di genio. Anzi, un colpo di culo. Il genio non è cosa per quelli come te.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 16:47 delete

Altra dimostrazione di tolleranza e pacifica convivenza. L'importante è insultare. Bell'esempio!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 17:28 delete

Chioso: ma ti paghiamo (purtroppo) per fare il sindaco o per stare sul blog?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 21:02 delete

Pensare che tali azioni siano motivate da argomentazioni politiche/economiche sarebbe troppo bello, soprattutto per chi come me crede nella "sana" amministrazione di un piccolo paese di circa 4000 anime, vorrebbe dire che dietro ci sarebbe una coerenza e delle serie argomentazioni.. Macché.. Si tratta solamente di una vendetta personale che il nuovo/vecchio sindaco sta portando avanti contro quelle persone/assicurazioni che non si sono schierate al suo fianco al momento della sua rielezione, che non si sono inginocchiate e prostrate alla sua proclamazione a sindaco, o che solamente hanno un libero pensiero che non si lascia traviare dalle poche e confuse idee del caro sindaco.. E' brutto da dire ma si stava molto meglio lo scorso anno con il commissario, almeno non c'era il rischio di un trattamento motivato da impeto "personale".. I bene informati dicono che l'azione del primo cittadino sia iniziata in biblioteca, poi si sarebbe sposata verso il campo da calcio e ora la dicono diretta verso la sede degli alpini.. Si salvi chi può.. Se va tutto bene di questo passo verrà limitata la libertà di parola e pensiero, verrà reintrodotto il coprifuoco e se proprio non dovesse essere sufficiente si sta pensando anche alle purghe....

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 21:34 delete

Sto dove credo sia meglio stare finché le leggi, che a voi stanno tanto a cuore, me lo permettono. Mi dispiace che i miei scritti, visto che non so fare la O con il bicchiere ti creino così cotanto fastidio. Saluti

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/08/17, 22:23 delete

Alla stragrande maggior parte dei votanti penso vada bene così, altrimenti sapendo com è non lo avrebbero rivotato...e alla maggioranza dei cittadini che non si sono degnati di andare a mettere una crocetta su un simbolo non doverebbero lamentarsi o indignarsi visto che il giorno del voto non gli è fregato nulla...quindi? Teniamoci quello che c'è e sopportiamolo fino alla fine del mandato ( a meno che non cada) e la prossima volta pensate bene il giorno del voto!!!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29/08/17, 06:34 delete

Il campo da calcio è già stato riassegnato.
Attenzione tutti e ribadisco tutti i consiglieri eletti nella lista Biffi hanno la stessa responsabilità che ha il sig Biffi in quanto eletti DEVONO rispondere agli elettori e non sono soggetti ad altro vincolo.

L.E.O

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29/08/17, 08:31 delete

Rob de Matt! Il chioso s'è fatto il portavoce per scrivere in italiano.Il lecchino di turno corregge la dettatura. Ti conosciamo chioso!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29/08/17, 13:31 delete

Il grosso problema è la partecipazione al voto, purtroppo su 3802 aventi diritto al voto si sono presentati alle urne solamente la metà (51.7%) e il nostro sindaco si è preso 1209 voti, meno di un terzo degli aventi diritto.. Diciamo quindi che non rappresenta proprio tutti e per questo dovrebbe legittimamente portare avanti il suo ruolo di sindaco non basandosi solamente sulle proprie idee personali motivate da simpatia o antipatia.. L'esempio della biblioteca è lampante, da un servizio praticamente morto il Sig. Vannucci accompagnato dal suo staff, ha ottenuto risultati eccezionali e proposto attività che in altri comuni limitrofi si sognano. Dovrebbe essere questo che motiva le scelte politiche. I cittadini prima di tutto.

Reply
avatar
29/08/17, 13:34 delete

Quanto comunicato venerdì dall’attuale bibliotecario Marco Vannucci dimostra quali danni possano provocare ad una comunità le scelte di un gruppo ristretto di persone, forse più animate dallo spirito del fare che da quello dell’analizzare, valutare, decidere e poi fare.
Secondo me, la Politica con la P maiuscola dovrebbe privilegiare l’interesse pubblico e la bussola che deve guidare nell’intraprendere una strada anziché un’altra deve essere l’apprezzamento della qualità dei servizi e delle proposte, senza trascurare l’aspetto economico.
In questo caso, è del tutto evidente che una valutazione di questo genere non è stata effettuata, perché, se così fosse stato, non ci sarebbe stato nessun dubbio nel riconfermare l’incarico per la gestione della biblioteca alla “Associazione Passioni e Futuro”, rappresentata da sig. Vannucci Marco.
I numeri e la qualità delle proposte sviluppate dal 2015 ad oggi certificano il grande salto di qualità che ha fatto questo servizio, sia in termini di aumento delle frequenze alla struttura, sia in termini di prestito librario, per non parlare dell’attività culturale e delle manifestazioni come il “Caffè letterario”. Le perplessità iniziali espresse da molti villadaddesi sono state decisamente cancellate.
L’amministrazione di Villa d’Adda, invece di congratularsi, chiedere di migliorare ulteriormente l’offerta, prendersi alcuni mesi in più per analizzare questi elementi, ha deciso di chiudere l’esperienza, senza nemmeno motivare la scelta.
Non voglio insegnare niente a nessuno, il mio intervento si basa sul semplice dato di fatto che, avendo constatato e rivalutato la qualità del servizio e avendone anche apprezzato la crescita e l’evoluzione, mi sembra una follia impedire che questo percorso possa proseguire, soprattutto se questa decisione viene presa dagli stessi esponenti politici che ormai due anni fa l’hanno promossa. Ciò che ancora più assurdo e irrazionale è che tutto questo sia avvenuto dopo soli due mesi dall’insediamento.
Credo sia doveroso che questa vicenda vada approfondita e spiegata in sede di consiglio comunale da parte della maggioranza e che i consiglieri di minoranza vadano davvero a fondo nel comprendere il perché di questa decisione giunta come un fulmine a ciel sereno.
Il buon amministratore non è solo quello che fa, ma anche colui che spiega quel che fa ed è in grado di so-stenere valide argomentazioni a supporto del proprio operato.
Alla lunga i comodi no comment e le decisioni prese nelle stanze del potere, di cui le persone che le subiscono non conoscono le ragioni, sono un boomerang che mina la credibilità.


Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29/08/17, 13:42 delete

Scusi, visto che è così bene informato ed è così bravo a dire bugie ci dica nomi e cognomi e fatti delle persone che si strappavano le vesti ed oggi difendono Vannucci. Per correttezza citi anche fatti circostanziati e testimoni. In questo modo tutti ci potremmo fare una opinione precisa delle persone che lei non ha il coraggio di citare. E poi si ricordi solo gli stupidi non cambiamo mai idea, credo sia una frase sua o del suo vice quando si trattava di giustificare il cambio di idea sulla torre. Se fosse una persona coerente la metterebbe in pratica, ma questo non è, ed ad allora ecco i risultati.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29/08/17, 15:12 delete

Purtroppo,Veniero,dovresti saperlo che il motto del duo Chioso-Barat è DIO PERDONA,NOI NO!

Reply
avatar
mario milesi
AUTHOR
29/08/17, 15:59 delete

"L'intelligenza sta' zitta e aspetta....". Ad maiora bibliotecario.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
29/08/17, 21:13 delete

conoscendo le idee politiche di Vannucci c'era il pericolo di una svolta destrosa dell'operato culturale di Vlla d'Adda, personalmente mi sono ricreduto, egli non ha mai accennato alla politica nazionale ed ha sempre lavorato per una crescita multi culturale del paese. Complimenti Vannucci, se organizzi un incontro a tema ci sarò a sostenerti.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
31/08/17, 18:01 delete

Dai si dice che circolano tra la gente sembra che l'ordine sia giunto dalle gerarchie provinciali del quasi defunto Carroccio.
Marco cominciava a far fastidio a qualcuno!

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
02/09/17, 11:39 delete

Il paese non si può permettere di perdere un bibliotecario così per l'arroganza del Chioso e del Barat, siamo impazziti? Sveglia gente, sveglia!!!!!

Reply
avatar
09/09/17, 03:48 delete

perché la stragrande maggioranza degli intervenuti non si firma con nome e cognome preferisce l'anonimato? C'é libertà o una qualche forma di dittatura a Villa d'Adda?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
16/09/17, 16:43 delete

cosa scommettete che il prossimo affondo del chioso sono i genitori delle scuole, o con me oppure niente contributi, "i vostri figli devono conoscere ed amare chi li amministra- comanda"

Reply
avatar