12/09/17

mozione e richiesta di Consiglio comunale urgente di Filadda


Testo mozione del 08.09.1017

Premesso che in data 1 settembre 2017 il gruppo consigliare Filadda ha presentato una interrogazione per avere chiarimenti in merito all’affidamento alla Associazione Sportiva San Carlo A.s.d. della gestione dell’impianto sportivo (prot. n. 8407 del 01.09.2017);
Preso atto delle evasive risposte date nel corso del Consiglio Comunale del 08.09.2017;
In considerazione dei gravi profili di illegittimità che rilevano dalla analisi del testo della delibera n. 18 del 18 agosto 2017;
Visto l’ 14 comma 8 del vigente regolamento del Consiglio;
I sottoscritti consiglieri comunali
Presentano mozione urgente avente il seguente oggetto:
ATTO DI INDIRIZZO ALLA GIUNTA COMUNALE PER IL REVOCA IN AUTOTUTELA DELLA DELIBERA N. 18 DEL 18 AGOSTO 2017
Il cui deliberato è il seguente:
VISTE:
la delibera n. 1300 del 14.12.2016 del’ANAC;
la delibera n. 18 del 18 agosto 2017 da cui emerge la carente motivazione a supporto della scelta;
CONSIDERATA la necessità di esperire procedura di evidenza pubblica mediante richiesta di manifestazione d’interesse sulla base di precise, articolate e chiare condizioni che l’amministrazione pone alla base dell’affidamento dell’appalto di servizio.










OGGETTO: RICHIESTA DI CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Visto il rifiuto del Sindaco di discutere nel corso del consiglio comunale del 08.09.2017 la mozione presentata ai sensi dell’art.14 comma 8 del Regolamento del Consiglio Comunale, dal consigliere Martina Arrigoni e avente come oggetto ATTO DI INDIRIZZO ALLA GIUNTA COMUNALE PER IL REVOCA IN AUTOTUTELA DELLA DELIBERA N. 18 DEL 18 AGOSTO 2017


i sottoscritti Consiglieri comunali chiedono la convocazione di un Consiglio comunale urgente ai sensi dell’art. 15 del Regolamento del Consiglio Comunale, avente come punto all’ordine del giorno la mozione di cui sopra e allegata alla presente.

Cordiali saluti.


Martina Arrigoni
Simone Iaconis
Mario Milesi

Giulio Scacchetti

2 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
13/09/17, 17:04 delete

Brava Martina, prima di tutto bisognerebbe far tacere quel segretario comunale che non ha facoltà di parlare in consiglio, se non per atti di sua pertinenza, la mozione è un atto del consiglio e il consiglio doveva in primis esprimersi se accettarla, poi se votarla e dopo ognuno prendeva le sue responsabilità. Segretario zitto!!!!!! Martina avanti così, mettici più rabbia e raggiungerai tutti i tuoi obiettivi.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
15/09/17, 07:18 delete

leggete la parte finale della delibera pubblicate.
Il segretario ha modificato l'obbiezione del consigliere sull'autotutela

Reply
avatar