03/11/17

Comunicato del Sindaco su biblioteca


Proponiamo qui di seguito l'atteso comunicato del Sindaco letto a termine dello scorso Consiglio comunale del 26.10. 2017.
Non serve essere acuti analisti politici per intendere che, fino a quando il dott. Vannucci era in sintonia con il Biffi pensiero, poteva fare politica locale senza problemi e partecipare anche attivamente agli incontri di El@. Cessato l'idillio è scattata puntuale l'inevitabile ritorsione. Niente a vedere con quanto detto in Consiglio dal prof. Siniscalchi.



Come promesso nel consiglio del 8 di Settembre  vi porto a conoscenza della scelta fatta dall’amministrazione in merito alla gestione della biblioteca dal 2018 in poi.

A fine  2015 in sostituzione della dipendente comunale che aveva raggiunto la pensione,  avevo proposto alla giunta la candidatura del sig. Vannucci, successivamente è stata accettata ed è stata stipulata una convenzione biennale.

Verbalmente abbiamo dato carta  bianca per la gestione della biblioteca, a conoscenza  della sua passione per la politica e della sua appartenenza al  Movimento Tricolore, l'unica richiesta è stata: In biblioteca non si fa politica! 

Sulla gestione dei caffè letterari che hanno dato notorietà al sig.Vannucci non faccio commenti.

Veniamo al 2017 al periodo preelettorale.  

Sintetizzo solo la parte finale, dove dopo diversi  mesi di incontri del gruppo El@ ai quali ha partecipato anche il sig. Vannucci,  dopo averci  sottolineato ripetutamente che la conduzione  della campagna elettorale  da me proposta  avrebbe portato a un solo risultato, la sconfitta, di sua iniziativa dopo più tentativi ha cercato soluzioni alternative, questo anche
 in biblioteca, a fine Marzo a soli 2 mesi dalla scadenza elettorale ha convinto e proposto al gruppo El@ una candidatura a sindaco alternativa al sottoscritto.

Il gruppo El@ ha ritenuto di proseguire sulla strada tracciata e il risultato è a conoscenza di tutti.

Nella presentazione della lista del  28  Maggio che si è svolta in sala civica mi è stato chiesto se il rapporto con Passioni e Futuro nella gestione della biblioteca sarebbe proseguito, la mia risposta è stata che in caso di riconferma le priorità erano altre e che la decisione della giunta sarebbe stata prima di fine anno.

A metà Agosto la signora Loretta ha chiesto incontro per affrontare il programma del progetti  da  portare avanti.

In conseguenza della richiesta abbiamo ritenuto di discutere in anticipo in giunta il futuro della gestione della biblioteca.  Tale argomento si è discusso nella giunta del  11 Agosto. 

Nella distribuzione degli assessorati e  delle  deleghe,  la cultura e giovani è stata affidata al consigliere Siniscalchi con la collaborazione del consigliere Roncalli.

La gestione e la riorganizzazione della biblioteca spetta a loro.

Nella discussione in giunta sull’operato del sig. Vannucci  è emerso che a seguito del suo atteggiamento e delle sue iniziative personali, la fiducia in lui riposta è venuta meno da parte di tutta la giunta presente. Al contrario l’operato della signora Loretta è stato giudicato molto positivo. 

In aggiunta il consigliere Siniscalchi ha esposto la sua proposta di gestione futura della biblioteca.

Una curiosità, l’ultimo caffè letterario a Villa d’Adda si è svolto in  Maggio, il mese successivo le iniziative si sono spostate a Brivio.

Il non rispetto delle disposizioni date e le nuove prospettive di gestione della biblioteca hanno determinato la nuova scelta dell’amministrazione.


Il proseguimento della gestione della biblioteca nel 2018 sarà affidata ad una nuova  associazione.

7 commenti

Write commenti
Marco
AUTHOR
03/11/17, 14:45 delete

Mi preme sottolineare che all'interno della biblioteca non ho mai fatto politica, sfidando tutti nel sostenere il contrario. Detto questo mi meraviglia come il sig. sindaco abbia tirato fuori, dal suo personale cilindro, il Movimento Tricolore. Credo con certezza che nessun villadaddese, almeno fino ad oggi, ne era cosciente. Pubblicità gratuita? Può essere, certamente ha dato una riprova alla statura dell'uomo. Il Movimento Tricolore, per il quale mi onoro della presidenza, è un'associazione culturale e politica che lavora, a livello nazionale, con la Fondazione AN ed ha la sede a Milano. Tra i vari iscritti esistono personaggi di primissimo piano della cultura italiana che con tutto il rispetto, ma nemmeno più di tanto lasciatemi dire, un Biffi nemmeno sanno dov'è o chi sia. Per tutto il resto un bel tacer non fu mai scritto, calando un velo pietoso sulle ripetute menzogne che sinceramente, giuro, mi hanno stancato come i deliri d'onnipotenza. Non ultimo desidero puntualizzare che i caffè letterari, sempre gratuiti per il comune e non inclusi nel contratto, furono sospesi, durante il periodo estivo, pure nel 2016 per la calura insopportabile all'interno della sala civica. Da professionista, e fuori dall'orario di lavoro, non capisco il problema per averli tenuti altrove. Piuttosto sarò curioso di conoscere i costi dei futuri incontri.
Marco Vannucci

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
04/11/17, 07:07 delete

Dal discorso del sindaco mi sembra che il gruppo ela abbia affidato la biblioteca al sig. Vannucci perchè simpatizzante,(come fatto per il campo sportivo) poi in incontri con il gruppo (in biblioteca!!) si è scontrato con il sindaco e quindi non più confermato.
Quindi cosa centra il discorso fatto dall'assessore Siniscalchi in consiglio comunale?
Quale sarà la vera motivazione?
L.E.O

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
04/11/17, 08:17 delete

Non è una novità che il sindaco cacci chiunque abbia il coraggio di avere una propria opinione. Purtroppo in questa vicenda chi perde è Villa d'adda. Ho frequentato la biblioteca e devo solo dire che Marco è un valente professionista, non a casa al suo fianco in questa vicenda si sono schierati numerosi cittadini. NON L'HO MAI VISTO FARE PROPAGANDA ELETTORALE PER QUESTO O QUEL PERSONAGGIO, Credo, su questo punto, che il sindaco, ma non è una novità, confonda il significato del termine. L'affondo sulle simpatie partitiche del dr. Vannucci poteva evitarlo. La persona si giudica sulle sue capacità, sulla sua onestà intellettuale, sulla sua coerenza. Purtroppo questo non è il metro di misura per il giudizio del sindaco.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
04/11/17, 14:10 delete

Siniscalchi ha cercato di datre una giustificazione plausibile a un comportamento scorretto. Peccato che si sia reso ridicolo citando dati non corretti ma soprattutto smentito clamorosamente dal capo.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
04/11/17, 20:31 delete

Chissà chi sarà il prossimo a cui tocca essere cacciato?

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
05/11/17, 15:23 delete

La Pro Loco. Si accettano scommesse

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
10/11/17, 03:21 delete

È già pronto il Sherpa/Sostituto.

Reply
avatar