20/10/18

"Siedi la!"

Mentre a seguire forniamo il consueto resoconto dell'intervento del nostro capogruppo Scacchetti in Consiglio comunale, Vi diamo prima notizia del siparietto al quale hanno assistito perplessi ieri sera i Consiglieri presenti e un pubblico che, ormai ridotto ai minimi termini, è sintomo di quanto marcato sia il distacco dei cittadini nei riguardi di una  politica locale poco attrattiva e incapace di offrire spunti di dibattito e interesse  al di la di una  gestione della quotidianità amministrativa.
L'ex Assessore Bugliari, entrando nella sala consigliare, ha trovato il proprio posto nel settore della Maggioranza occupato dall'Assessore ai servizi sociali Laini. Contrariato dalla novità egli ha manifestato il proprio disappunto e subito è stato  invitato, con un perentorio:"siediti la!" a prender posto tra i banchi vicini alla Minoranza.
Bugliari a questo punto rifiutandosi di partecipare al Consiglio si è seduto nel settore riservato al pubblico declinando gli ulteriori reiterati inviti del Sindaco Biffi.
Ci auguriamo che al prossimo Consiglio l'ex Assessore possa riprendere il suo posto per continuare a svolgere  il ruolo di portavoce dei cittadini che l'hanno eletto.


 Affidamento gestione calore alla società Linea Servizi s.r.l. (punto numero 2 ordine del giorno 

Nella proposta di delibera che il responsabile del servizio tecnico presenta al consiglio comunale ci sono numerose inesattezze e alcuni errori procedurali.
Cominciamo dalle inesattezze:
11  Nella proposta di delibera si afferma che Linea Servizi si dichiara disponibile alla gestione di servizi pubblici locali sottoscrivendo specifico contratto di servizi. Però la gestione calore non è un servizio pubblico locale destinato all’utenza, ma eventualmente si può definire un servizio strumentale all’Ente affidante  (vedi Consiglio di Stato 11/4/2013 n. 1976 e 3/6/2013 n. 3022) e perciò rientra nell’ambito di operatività del D.Lgs 175/2016.




22 Per quanto riguarda il controllo analogo sulla società Linea Servizi  come per tutte le altre Società Partecipate ci sembra di ardua dimostrazione soprattutto dopo l’approvazione del bilancio consolidato anno 2017 nella cui nota integrativa (pagina 6), approvata con delibera C.C. n. 58 del 27.09.2018,  viene  dichiarato che la società Linea Servizi non ha fornito un bilancio riqualificato e temporalmente rapportato all’anno solare 2017. Che tipo controllo si può affermare se il Comune non riesce ad ottenere dalla società nemmeno i documenti che per legge la società dovrebbe fornire?

33  Nella proposta di gestione allegata e protocollata al numero 10389 dell’ 11.10.2018, nel descrivere la situazione attuale Linea Servizi dice di avere in gestione tutta una serie di impianti  (centro sportivo, scuole, centro anziani, biblioteca, municipio, palestra scuole medie, casa spazio giochi). In realtà leggendo la delibera della Giunta Comunale n. 106 del 2012 ci risulta che l’affidamento è stato fatto alla società Unica Servizi e non alla società Linea Servizi.



Pertanto, se è vero che la gestione attuale è affidata a Linea Servizi, la delibera di Giunta n. 106/2012 dichiara il falso nell’affermare che la gestione calore è attribuita ad Unica Servizi. Per inciso,  prendiamo atto che vi siete accorti che la Giunta Comunale non era l’organo competente e fino ad oggi   avete portato avanti un contratto di servizi NULLO essendo stato approvato dall’organo non competente.

44 La proposta di delibera non dimostra l’economicità del servizio ma cerca di fare risultare un’economicità rispetto alla precedente stagione partendo però da basi che non sono completamente confrontabili, infatti il contratto di servizi vecchio con quello nuovo proposto non sono uguali, tanto che quello che viene definito allegato “A” riporta costi che sembrano essere aggiuntivi ai costi indicati nella proposta allegata.

55  E’ abbastanza incomprensibile il motivo per cui una parte degli impianti finisce sotto questo contratto di gestione calore, mentre altri hanno la fornitura del gas attraverso la convenzione CONSIP. (Torre e sede associazione.  Determina


dell’Ufficio Tecnico n.179 del 15 maggio 2018 con la quale si aderisce a convenzione CONSIP per la fornitura gas naturale, lotto 2 alla società SOENERGY).

66 Improponibile la decorrenza di un contratto antecedente all’approvazione della delibera che lo autorizza (durata 01.10.2018 – 30.09.2023), così come è altrettanto improponibile la scadenza a cinque anni quando, con delibere adottate nel mese di settembre dello scorso anno i consiglieri di maggioranza (gli stessi di oggi) hanno  approvato una delibera con la quale si dichiarava che ci sarebbe stata una razionalizzazione delle società Unica Servizi, Hidrogest e Linea Servizi “… cosicchè a  breve la stessa (ossia Linea Servizi) sarà dismessa per attribuire la gestione dei servizi, secondo le modalità  In house all’unica multility del gruppo ….”.
Queste le incongruenze e le inesattezze riportate nella proposta di delibera, passiamo all’errore procedurale.
L’affidamento della gestione calore così come lo sottoponente al Consiglio Comunale comprensivo della fornitura di combustibile, non può essere effettuata con questa procedura né con altra


procedura diretta ma esclusivamente tramite convenzioni o accordi quadro messi a disposizione della CONSIP  o di altre
centrali di committenza regionali, così come previsto dall’articolo 1 comma 434 della legge 208 del 28 dicembre 2015 (legge di stabilità 2016) che impedisce le deroghe previste fino al 31 dicembre 2019.
Per i Responsabili (siano essi dipendenti o sindaco o assessori o segretario comunale) e per i consiglieri che non ne fossero a conoscenza,  la mancata osservazione della predetta norma rileva ai fini della responsabilità disciplinare e per danno erariale.

Alla luce di quanto sopra, Vi invitiamo a ritirare il punto e a procedere ad affidare la fornitura del combustibile tramite convenzioni CONSIP o centrale di committenza Regionale e ad appaltare mediante apposite gare la manutenzione degli impianti e degli investimenti sugli stessi che sicuramente garantiranno economie non dimostrate con la presente proposta.
I consiglieri  “lista Filadda”:



3 commenti

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
27/10/18, 21:29 delete

avete ragione avrei potuto partecipare al consiglio, ma il voto o le conclusioni come sono poi state?

Reply
avatar
FILADDA
AUTHOR
28/10/18, 09:59 delete

FILADDA ha così votato:Voto contrario al punto 2(gestione calore) e astensione sui punti 3-4-5 all'ODG riguardanti l'illuminazione pubblica a led.

Reply
avatar
Anonimo
AUTHOR
28/10/18, 17:55 delete

Bugliari rimarrà in piedi a tutti gli altri Consigli o si si siederá ...col tempo.

Reply
avatar