09/02/20

Furti a Villa d'Adda, cosa fare?

Negli ultimi mesi sono state segnalati sui social locali diversi furti e tentativi di furti nelle abitazioni e edifici pubblici dei Villadaddesi. Anche lo scorso venerdì in zona Valle un finto addetto Hidrogest, con la scusa di effettuare controlli, ha raggirato un signore introducendosi in casa e derubandolo.

Nonostante la presenza di numerose telecamere, fallito il tentativo di costituire il sistema di segnalazioni denominato “controllo di vicinato”, pare che il fenomeno non sia per niente diminuito  generando così nei cittadini senso di impotenza e sfiducia nelle istituzioni.
Molte denunce infatti rimangono lettera morta e si risolvono nella maggior parte dei casi con l’archiviazione perché le forze dell’ordine e la magistratura non riescono ad individuare i colpevoli in quanto  le telecamere quasi mai sono in grado di determinare con certezza l'identità dei criminali.

Quanti e quali sono stati i casi risolti grazie alle tante telecamere installate sul territorio? Percentualmente quante sono le denunce di furto, considerando periodi omogenei prima e dopo l'istallazione delle telecamere?
Quanto si è ridotto sul territorio lo spaccio?
Quanti sono i casi risolti grazie ad esse?
Quanti casi di potenziali atti criminosi sventati?

A queste semplici domande attendiamo risposte dalla attuale maggioranza e sollecitiamo attraverso i commenti il punto di vista dei lettori. 



1 commenti:

Write commenti
Anonimo
AUTHOR
10/02/20, 11:59 delete

Telecamere, grande spreco di soldi pubblici, se chiedi delucidazioni sui transiti ti rispondono che è riservato anche se hai subito furti o tentati furti con denuncia ai carabinieri in mano.

Reply
avatar